Array

News

Nanoo nel canavese

Alla volta di Roma ho iniziato il mio pellegrinaggio da Aosta attraverso le varie tappe della Via Francigena.

Oggi vi racconto il tratto percorso in territorio canavesano, nella provincia di Torino. Sono partito da un B&B di Carema, la Valle d’Aosta alle spalle e ancora le montagne, ma non per molto! Giunto a Settimo Vittone inizio a intravvedere la pianura aprirsi, niente foschia, il sole che splende e una leggera brezza. Sono le dieci e mezza del mattino circa e macino un paesino dietro l’altro – Borgofranco, Montalto Dora- sulla sella della mia Nanoo bianca.

 

 

 

Il tipico cartello della Via Francigena mi indica la strada verso Ivrea e i suoi sette laghi. Lì le vie non sono più asfalto, e mi butto in un off-road divertente con tanti sali e scendi.

 

 

 

Pausa pranzo con un tagliere di affettati e una zuppa di aiucche e si riparte più carichi di prima -anche grazie a un bel caffè, lo ammetto! Il mio viaggio prosegue un po’ in salita attraverso i comuni di Chiaverano e Burolo, dove mi inerpico col mio destriero a due ruote sulla collina morenica chiamata Serra. Arrivo a Bollengo ed eccomi su una sorta di altopiano panoramico col campanile romanico che i locali chiamano affettuosamente Ciucarun… una breve sosta in mezzo all’erba e al suono degli uccellini e mi fiondo verso i comuni di Palazzo Canavese e Piverone.

 

 

 

 

 

La Serra mi regala paesaggi mozzafiato e mi permette di arrivare fin sui pendii di Viverone, da cui godo la magnifica vista dell’omonimo lago che si staglia placido in mezzo a tante colline verdeggianti. Sono quasi le diciotto e supero il comune di Roppolo col suo bel castello alla sinistra della Via Francigena e nel giro di poco sono fuori dal Canavese e mi avvio verso Santhià e la pianura vercellese. Per oggi abbiamo pedalato abbastanza, io e la mia Nanoo bike meritiamo un bel riposo. Ciao a domani!!

 

Andrea

 


Miglioramenti sul fronte inquinamento. Ma si può fare di più, per la nostra salute.

L’aria delle città sta migliorando e gli agenti inquinanti si stanno via via riducendo rispetto ai decenni scorsi, secondo le ricerche dell’Arpa e di associazioni ambientaliste. Però si può fare di più, sia per l’ambiente che per la nostra salute.

Tra i motori più inquinanti ci sono sicuramente i motori a due tempi, i motori a gasolio senza f.a.p., furgoni vecchi e vecchi mezzi, camion spompati e corriere senza manutenzione. Negli ultimi anni stanno emergendo i motori elettrici, motori ibridi, gas come GPL e metano e GNL (gas naturale liquefatto).

L’Italia è uno dei paesi in cui si vendono più auto diesel (rispetto alle altre tipologie) e dove l’età media di automobili e camion è tra le più vecchie d’Europa (intorno ai 20 anni di età).

Una soluzione proposta da diverse associazioni ambientaliste è quella di potenziare il trasporto pubblico locale e renderlo più efficiente ed efficace. Inoltre in Italia è in aumento la costruzione di infrastrutture, quali piste ciclabili. In soli 7 anni si è verificato un  incremento del 50%.

La nostra soluzione invece è sicuramente la bicicletta. Quella pieghevole, si intende. Infatti la bici pieghevole è perfetta per i pendolari che possono posizionarla comodamente sotto o tra i sedili del treno/metro e trasportata come una valigetta o trascinata come un trolley. La bici pieghevole è un mezzo di trasporto ECO-FRIENDLY, comodo e veloce.

   

NANOO never a problem, always a solution


NANOO consiglia RICREAZIONE

RICREAZIONE: Un piccolo bar torinese che ha il sapore di New York.  Tra pancakes, cheesecakes e brownies, RICREAZIONE in via Bruno Buozzi rappresenta in pieno l’atmosfera “cozy” di un locale americano.

NANOO vi consiglia questo piacevole angolo nel centro di Torino dall’ambiente confortevole, che vi permetterà di rilassarvi sorseggiando un cappuccino di soia, o addirittura di studiare in tranquillità. Il locale è molto accogliente e  perfetto per gli amanti del cibo Vegan (da provare assolutamente il vegan burger!) e non solo. Il menù è american style, con piatti freddi e caldi per tutti i palati!

 


Consigli utili per una bella biciclettata

Ti è mai capitato di sentirti giù di tono mentre stai facendo una scampagnata in bici, o stai pedalando alla scoperta di in una nuova città? Tranquilli, è successo a tutti noi.

QUI troverete qualche consiglio NANOOso per sfruttare al meglio la vostra energia e godervi la pedalata!

Innanzitutto, se il giro in bici che state programmando supera le due ore, vi consigliamo caldamente di includere nel percorso uno o più rifornimenti di energia, per non rovinare la vostra bella giornata.

Bere, come tutti sappiamo è fondamentale, soprattutto se facciamo attività fisica. E dobbiamo assolutamente tenere presente che quando percepiamo la sete il nostro corpo è già disidratato, quindi è necessario bere anche se non abbiamo sete! Stessa cosa vale per la fame. Quindi il nostro consiglio è di organizzare bene il percorso, tenendo conto del tempo di pedalata, della tipologia di tragitto e della temperatura esterna per ottimizzare il nostro rifornimento di energie.

I carboidrati semplici, quelli che comunemente chiamiamo zuccheri, (il fruttosio, il destrosio o il glucosio e il saccarosio) durante l’esercizio fisico favoriscono la nostra performance e ci aiutano a sfruttare al meglio la nostra giornata! Vi consigliamo, quindi un panino al latte con marmellata, oppure toast con puree di frutta, delle gallette con un frutto o in alternativa le gallette di mais con del cioccolato.

Anche la frutta è ben accetta! Infatti, durante la nostra gita è consigliato portare con noi una piccola scorta di frutta, anche disidratata va benissimo!

Per i più sportivi, in commercio troviamo diversi prodotti quali integratori, polveri, gel, barrette, fialette, capsule per ogni evenienza e gusto. Il nostro consiglio è quello di leggere sempre bene l’etichetta del prodotto per una maggior consapevolezza sull’acquisto. Ricordiamo che il sodio, magnesio e potassio mostrano benefici sulle lunghe distanze e in condizioni climatiche estreme. Infine, potrebbero anche risultare utili i BCAA (aminoacidi ramificati L-leucina, L-isoleucina e L-valina), che contrastano il catabolismo muscolare durante i percorsi più lunghi e faticosi.

Quindi se state programmando un bel giretto con la vostra bici, tenete sempre presente l’importanza per il vostro corpo di un rifornimento di energie per ottimizzare la performance e godervi la giornata appieno!

 

NANOO always with you


Perchè NANOOizzarsi?

In forma, sempre giovani e… felici! Il segreto? Lo conoscevano anche i nostri nonni… andare in bicicletta è un vero toccasana per grandi e piccini. Pedalando si perde peso e si resta giovani, e all’ estero, specialmente nel nord Europa e negli States, lo sanno bene: essi infatti fanno della bicicletta una vera e propria filosofia di vita.  

Una bicicletta pieghevole è un mezzo di trasporto ideale per svariati tipi di persone: in primo luogo essa è un perfetto esempio di mezzo intermodale, dove per intermodalità di intende la possibilità di combinare l’uso di più mezzi di trasporto ( (bicicletta + treno, metropolitana, autobus, traghetto automobile, eccetera).
E’ una soluzione perfetta per i pendolari: in questo caso la bici pieghevole può essere comodamente posizionata sotto o tra i sedili del treno durante il viaggio e trasportata come una valigia (i modelli migliori pesano intorno dai 9 ai 12,5 chilogrammi) oppure trascinata come un trolley – vista la presenza delle ruote.
Una bicicletta pieghevole è ottima anche per coloro che si spostano volentieri in città sulla bicicletta per lavoro o per svago, ma non hanno a disposizione un box sotto casa, oppure temono i furti; per gite fuori porta o per quando vi è la necessità di stivare comodamente una o più biciclette nel bagagliaio. Oltre che essere un mezzo di trasporto ECO-FRIENDLY, la city bike pieghevole è un modo di spostarsi estremamente comodo, che fa risparmiare tempo prezioso e lascia totale libertà di movimento. 

Nonostante la sua esile silhouette e le piccole ruote, la NANOO è molto robusta, essendo costruita in alluminio, ma allo stesso tempo flessibile, con ruote e telaio appositamente studiate per favorire grande controllo, stabilità e grandi prestazioni, grazie al cambio Shimano RD-FT 30B 7 velocità, freni V-Brake e al perfetto peso di 12kg che assicura un ottimo bilanciamento e una bici facilmente trasportabile da grandi e piccoli, uomini e donne.

La NANOO è il modo più intelligente per muoversi,  soprattutto in un mondo in cui la cultura green e sostenibile sta cambiando e influenzando i diversi aspetti della nostra vita.

La NANOO ti segue ovunque, sui mezzi di trasporto, nei negozi e bar, ti permette di evitare gli ingorghi mattutini e percorrere più velocemente ogni percorso.

Insomma, la bicicletta pieghevole è il passepartout di ogni cittadino verso una mobilità che restituisca maggiore controllo, libertà e flessibilità nella gestione dei vostri spostamenti e del vostro tempo.

 

Con NANOO il limite è il cielo

 
Array